Rimuovere le dighe in Europa

 Dal 5 all‘11 luglio celebriamo il Grande Salto 2021 Azione di Raccolta Fondi per la Rimozione Simultanea di Dighe, una settimana di sensibilizzazione su come i fiumi europei siano stati danneggiato da migliaia di barriere.

I nostri fiumi sono stati soffocati da troppo tempo, non credi? Liberiamoli!

 

  

 

 

Come partecipare 

 

 

  1. Scegli una diga. Guarda la lista in basso
  2. Cliccaci su
  3. Decidi se desideri…

 

      

Donare

      Cominciare una raccolta fondi individualmente o come gruppo
     Condividere. Diffondi la notizia.

 

 

 

Cosa vuoi sapere?

   

 

 

Se hai bisogno di un po’ di ispirazione, dai un’occhiata a…

Principali donatori, organizzatori di raccolte fondi e gruppi

  

 

 

#RiversUnlocked

Perché è così importante rimuovere le dighe e liberare i fiumi?

Perché i fiumi d’Europa stanno agonizzando, soffocati da più di un milione di dighe che, piccole o grandi che siano, causano sempre danni. Alterano ogni cosa, dallo scorrere naturale dell’acqua, dai movimenti dei pesci all’identità e al patrimonio culturale delle comunità circostanti.

E il fatto più rilevante è che la maggior parte degli ostacoli esistenti oggi non è più in uso! Quindi, perché non rimuoverli insieme?

Liberiamo i fiumi! Visita il nostro sito web per saperne di più: 

Leggi di più Leggi di meno
Vede tutto
Il fiume Liri, che è menzionato da Dante, è particolarmente famoso per esser stato gestito dagli antichi romani. I loro architetti hanno progettato e costruito un canale attraverso le montagne che circondano quello che un tempo era il lago Fucino per svuotarlo, convogliando le sue acque verso il bacino idrografico del Liri, a quote più basse. Da allora lo sfruttamento del fiume Liri è continuato per altri scopi. Per esempio, è stato impiegato per la produzione di energia, a cominciare dal casato dei Torlonia con la sua prima centrale idroelettrica. Ora gli habitat naturalidell’alto corso del Liri sono costellati di centrali idroelettriche e briglie che rendono dura la vita ai pesci, specialmente alle specie più rare come il barbo (Barbus fucini) e il cavedano etrusco (Squalius lucumonis – incluso nella Lista Rossa della IUCN nella categoria “In pericolo”), o specie protette, come la rovella (Rutilus rubilio) e il vairone (Telestes muticellus). Smantellare alcune briglie specifiche riconnetterebbe circa 20 km di fiume, cruciali per la fauna ittica e tutta la biodiversità fluviale. Ciò assicurerebbe habitat più ampi per i pesci, aumentando le loro possibilità di sopravvivenza e, di conseguenza, sostenendo popolazioni vitali dei loro predatori, quali la nitticora (Nycticorax nycticorax) e la lontra (Lutra lutra), che è in pericolo in Italia. Tuttavia, la lontra potrebbe tornare spontaneamente sul Liri nei prossimi anni.  
ITALIA - Fiume Liri

Germany's Baunach river dam - gone!!! Thank you!!

mer 22 set 2021, 13:36:57 +0200

Yessss! The German dam we crowdfunded for last summer, set in the Baunach river, is finally down, check out these pics! More news, photos and videos coming soon in our Twitter and  Instagram channels! Thank you everyone for making it happen!!

BEFORE

AFTER

Postato su:GERMANY - Leucherhofwehr - Baunach River
Leggi di più | Vede tutto